Inizia oggi il Campo E!state Liberi – MuStruMu

T-7d1db405cdba68ca4ed710f3ab959214-500x333Tanti giovani scelgono di fare un’esperienza di volontariato e di formazione civile sui terreni e i beni confiscati alle mafie ed ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni. Segno questo, di una volontà diffusa di essere “protagonisti” e di voler tradurre questo impegno in una azione concreta di responsabilità e di condivisione.

L’obiettivo principale dei campi di volontariato sui beni confiscati alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e giustizia sociale che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. Si dimostra così, che è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. Caratteristica fondamentale di E!State Liberi è l’approfondimento e lo studio del fenomeno mafioso tramite il confronto con i familiari delle vittime di mafia, con le istituzioni e con gli operatori delle cooperative sociali. L’esperienza dei campi di volontariato ha tre momenti di attività diversificate: il lavoro agricolo o attività di risistemazione del bene, la formazione e l’incontro con il territorio per uno scambio interculturale.

E!state Liberi è la rappresentazione più efficace della memoria che diventa impegno, è il segno tangibile del cambiamento necessario che si deve contrapporre alla “mafiosità materiale e culturale” dilagante nei nostri territori.
Nonostante il MuStruMu non sia praticamente un bene confiscato alla mafia, l’incendio che ha subito a novembre 2013 lo pone in una condizione molto simile, infatti i poteri che hanno dato fuoco alla struttura sono gli stessi che sono stati ricacciati dalla cittadinanza manifestando in favore del Museo dello Strumento Musicale e spingendo perché mantenesse la stessa location.

Oggi inizia il Campo che riguarda strettamente il Museo, con un programma di massima (PROGRAMA CAMPI ESTATE LIBERI MUSTRUMU 2015) che vedrà il suo svolgimento in questa settimana ed al quale parteciperanno più di venti ragazzi. Nella prossima settimana invece parteciperanno dei gruppi di persone, che poi vi racconteremo. In questa settimana apriremo spesso le porte del museo per eventi o situazioni condivise, e non mancheremo di comunicarvelo.

Rispondi

Puoi usare gli attributi e i tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>