Mediterronia Pro MuStruMu – Domenica 16 Febbraio ore 18 – Teatro Siracusa

MediterroniaStampaSono passati quasi 3 mesi dal rogo che ha interessato il Museo dello Strumento Musicale, ma l’attenzione e la solidarietà da parte dei cittadini e degli amici del Museo non tende a calare, anzi si fa sempre più viva e ricca di proposte per ripartire. Una di queste proposte e venuta da Fulvio Cama il quale collabora con il Museo dello Strumento Musicale fin dai suoi albori, quando cioè la collezione di strumenti musicali, era ancora itinerante e non avendo una sede fissa la si portava in giro con riusciti esperimenti di “Suono Partecipato”. E proprio in quest’ottica che il MuStruMu ha appoggiato l’idea di Fulvio Cama di realizzare uno spettacolo per il MuStruMu. Il progetto si chiama “MEDITERRONIA Pro MuStruMu”  ed è una dimostrazione di orgoglio che mette in scena, la fierezza di un popolo che non si arrende, attraverso l’espressione artistica e storica che questa terra esprime.

La musica dei contadini, dei pastori e dei pescatori ma anche dei cavalieri, dei nobili e delle corti reali, di chi ama questa terra. E’ la musica dei sognatori, espressa attraverso i quattro elementi della natura che generano la vita: aria, acqua, terra e fuoco. Si tratta di uno spettacolo di cantastorie costituito da una preziosissima eredità lasciataci dai padri che vogliamo non vada dispersa, ma si tramandi ancora sia nella sua originale purezza che nella consapevolezza di un mondo che cambia, si evolve e si contamina arricchendosi.

Il progetto Mediterronia è una rivincita, è il voler manifestare la voglia di vita e di rinascita. Fulvio Cama, autore delle musiche e dei testi, vuole dedicarlo al MuStruMu, affinchè il segnale che il Direttivo del Museo dello Strumento Musicale ha dato immediatamente dopo l’incendio, sia un esempio per tutta la gente della nostra città, che vive un momento di crisi dal quale pare impossibile uscire.

Così in meno di un 10 giorni siamo passati da un’idea ad un progetto, che coinvolge tantissimi artisti come: Fulvio Cama (autore delle musiche e dei testi), Oreste Forestieri, Luca Scorziello, Otello Profazio, Danilo Gatto, Carmen Staiano, Nando Brusco, Bruno Pugliese, Simba, Saverio Viglianisi, Ercole Cantello, Mimì De Leo, Alfredo Verdini e Biagio Accardi.

Lo spettacolo si terrà alle ore 18 di domenica 16 Febbraio 2014 presso il Teatro Politeama Siracusa di Reggio Calabria, location che già  aveva ospitato a dicembre il magnifico  concerto dei “Tamburi del Sud & Friends”, iniziativa di grande successo e di grande qualità proprio come questo spettacolo del 16 Febbraio nel quale tutti ciò che vedrete sul palco è originale e realizzato dagli artisti che parteciperanno allo spettacolo.

Ci teniamo a ringraziare i musicisti, i fonici, i tecnici, che si impegneranno in maniera del tutto gratuita per una raccolta di fondi in favore del Museo dello Strumento Musicale.

I tagliandi per l’ingresso al Teatro sono disponibili da oggi, e possono essere ritirati presso il Museo Mercoledì 12 febbraio dalle ore 18:30 fino alle 20:30 oppure tutti i giorni in orario negozio,  presso la coltelleria Cheyenne, in via aschenez 164, all’angolo con via crisafi. Potrete inoltre richiederli inviando una mail all’indirizzo info@mustrumu.it, indicando nome, cognome, recapito telefonico e specificando nell’oggetto “richiesta ingresso ”MEDITERRONIA Pro MuStruMu”. La stessa cosa la potrete fare tramite gli account twitter e facebook del MuStruMu, account sempre attivi.  Un messaggio di disponibilità informerà gli interessati per il ritiro.

Chi non potesse partecipare potrà comunque fare una donazione al Mustrumu ecco di seguito le coordinate bancarie per effettuare un bonifico: IT15A050180340000000070071 presso Banca Etica, intestato all’Associazione Culturale Museo dello Strumento Musicale, causale: Ricostruiamo il MustruMu.

Ecco la locandina:
mediterronia

Rispondi

Puoi usare gli attributi e i tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>