Ricostruiamo il Museo, ecco come contribuire

ChitarravinileAbbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere centinaia di messaggi, chiamate e parole di solidarietà. In tanti vogliono dare una mano e di questo vi siamo infinitamente grati. I danni dell’incendio non sono stati ancora quantificati, sia perché adesso tutti i soci si stanno occupando di mettere in sicurezza gli strumenti scampati alle fiamme, sia perché è difficile attribuire un valore strettamente economico a 20 anni di raccolte, fotografiche e video, è difficile dare un valore ad uno spartito originale di oltre un secolo fa ed è ancora più difficile valutare un’organo del 1800 oppure chitarre artigianali dello stesso periodo. E’ stato inferto un duro colpo al Museo dello Strumento Musicale, un duro colpo che si scaglia direttamente sui cittadini.
Come ha dichiarato il direttore Pasquale Mauro, “l’incendio del MuStruMu è come l’incendio della scuola dei nostri figli, come un attentato alla loro capacità di crescere culturalmente”. Stiamo organizzando, insieme alla collaborazione di semplici cittadini toccati da questa barbarie, una serie di eventi volti a far capire che si può bruciare un disco, una chitarra ed un libro, ma che la cultura è nelle persone e che far risorgere il Museo è la più grande dimostrazione di come la cultura, l’onestà vincono sull’ignoranza.

Il museo è attivo, in questo momento nello spazio del parco del MuStruMu c’è gente che sta aiutando a mettere in sicurezza gli strumenti rimasti. Se avete materiale da imballaggio come scatoloni, teloni di plastica saranno preziosi. Approfittiamo di questi spazi inoltre per dirvi come contribuire economicamente alla rinascita del museo, a breve sarà istituito un Crow funding con il quale inziare a raccogliere fondi. Intanto e per i meno avvezzi alla tecnologia potete inviare un bonifico bancario:

IBAN: IT15A0501803400000000700071

Istituto bancario: Banca Etica
intestato a: Associazione Culturale Museo dello Strumento Musicale 
Causale: Ricostruiamo il MuStruMu
Nelle prossime ore seguirà un comunicato stampa nel quale saranno rese note le iniziative e il calendario del progetto di rinascita che sta scaturendo.

5 commenti a Ricostruiamo il Museo, ecco come contribuire

  • [...] Ricostruiamo il Museo, ecco come contribuire [...]

  • francesco nostro  Di la tua:

    Apprendo solo adesso la sconvolgente notizia , esprimo la mia completri

  • francesco nostro  Di la tua:

    Completa solidarietà

  • marcello d'agostino  Di la tua:

    Visto l’ultimo orribile sfregio perpetrato ai danni del Museo dello Strumento da parte di chi vorrebbe portare a termine il progetto di annichilimento della Calabria,non resta che districarsi dal coro di indignazione polivocale lanciando un ultimo personale appello così bipartito:

    1. Ogni calabrese di sana e robusta costituzione destini(ammesso che disponga dei requisiti necessari…) il proprio 8 per mille allo scopo di ricostruire il museo.

    2. Le svariate associazioni culturali,presumibilmente sensibili a questa “bruciante” questione,proclamino una moratoria di Neujahrkonzert e divertissment vari,destinando alla suddetta nobile causa L’INTERA quota dei finanziamenti PUBBLICI erogati da enti centrali e locali.Con il tesoretto così creato si acquisti,tanto per iniziare, un impianto di videosorveglianza che,oltre alla sua precipua funzione di vigilanza,sia corredato di diffusori tali da inondare H24 le orecchie dei passanti con la succulenta programmazione dei canali 4 e 5 di filodiffusione.

    Rigettiamo quindi le bolse retoriche della solidarietà e le stagioni artistiche dell’inutilità per ricostruire spazi culturali autenticamente condivisi.

    Marcello D’Agostino.

  • Dante Sacco  Di la tua:

    Adesso anche il risultato della follia e della cattiveria va musealizzato. Consiglierei di raccogliere in un unico frammento i resti bruciati di strumenti, dischi e spartiti. L’ala la chiamerei “Fuori dal coro” … per sottolineare cosa hanno causato quegli scellerati! Un forte abbraccio.

Rispondi

Puoi usare gli attributi e i tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>